La classe terza dell’Istituto Salesiano San Domenico Savio, di cui faccio parte, assieme al Preside della scuola media Teresio Fraire, ha affrontato l’argomento del giornale, un mondo per noi ancora poco conosciuto.

Innanzitutto abbiamo scoperto diverse testate di giornali. Abbiamo esaminato in particolare la prima pagina, che è la vetrina del giornale. Nella lezione successiva la classe ha affrontato la modalità della stesura di un articolo. Abbiamo provato anche noi a realizzarne uno.

Per dare un pizzico di pepe all’argomento, in aula è arrivato un giornalista di cronaca e anche di spettacolo de La Stampa: Walter Manzone, direttore del CFP dell’Istituto Salesiano. Abbiamo organizzato l’intervista formulando svariate domande   preparate da noi prima singolarmente, poi in gruppo. Infine abbiamo scelto le domande più significative.

Il giornalista  è stato molto felice di rispondere. Ci ha colpito in particolare la sua appassionante “storia” giornalistica.  Un ragazzo già predisposto alla scrittura fin dalle elementari. Già dalla 3^ media iniziò a pubblicare articoli sul giornalino della Pro Loco della sua città. Successivamente divenne giornalista presso la Gazzetta d’Alba per cui tutt’ora scrive. Infine  fu messo in prova a La Stampa come sostituto e fu assunto. Inoltre ha espresso il suo pensiero riguardo ai giornali digitali, ribadendo che sono il presente e saranno il futuro, per disponibilità immediata di lettura. Il cartaceo sminuirà ma rimarrà sempre importante per gli approfondimenti e il legame tradizionale con la carta stampata. La difficoltà principale del giornalista è la tempistica, infatti i tempi di consegna sono molto brevi. Infine ha rivelato quali sono i suoi modelli giornalistici: San Giovanni Bosco e Mattia Feltri.

Edoardo Olivero – III media